Studio Dalla Dea

No etica, No business

E-mail Stampa PDF
Le teorie che studiano il funzionamento del sistema economico a vari livelli (dal singolo individuo, all’organizzazione, all’intera società) presuppongono l’esistenza e il rispetto di un sistema di regole morali.

Nel reale funzionamento della vita economica tutto ciò non è per nulla ovvio.

In molte occasioni gli individui e i gruppi traggono benefici da situazioni in cui il vantaggio personale può essere conseguito a scapito dell’interesse collettivo.

A livello macro, le conseguenze degli scandali non sono circoscritte solo a chi le ha compiute, ma ricadono su tutta la comunità, generando un crollo generalizzato di fiducia.

Eppure, la pubblicazione di bilanci sociali e codici etici è aumentata negli ultimi anni, quindi come dare una spiegazione alla dilagante carenza di etica?

A livello aziendale, si osservano a volte Operatori poco onesti intenti a trarre vantaggio personale, danneggiando i Clienti e l’organizzazione.

Nello stesso tempo, sono documentate attività di sabotaggio tra colleghi, come omissione di informazioni rilevanti, veri e propri dispetti, e sanzioni sociali verso chi lavora troppo o troppo poco non uniformandosi alle norme sociali vigenti nelle diverse organizzazioni.

Trovare le giuste regole per superare conflitti d’interesse e comportamenti opportunistici significa costruire un sistema che sia coerente ed efficiente nella sua struttura.

Mentre di recente lavoravo con un gruppo di manager, e li ascoltavo dar voce ai loro pareri sul bisogno di "comportamenti improntati ai valori" e di "piattaforme di qualità", mi è capitato di leggere il consiglio dato da Robert Fulghum (autore di:“Tutto quello che mi serve sapere, l’ho imparato all’asilo”) ai leader delle aziende.

"Tutto quello che davvero mi serve sapere su come vivere e cosa fare e come comportarmi l'ho imparato all'asilo.

La saggezza non era in cima alla montagna del dottorato, ma nel mucchio di sabbia del giardino.

Queste le cose che ho imparato:

Dividi tutto; non barare; non picchiare la gente; rimetti le cose dove le hai trovate; pulisci quello che sporchi; non prendere cose che non sono tue; chiedi scusa quando fai male a qualcuno; lavati le mani prima di mangiare; tira l'acqua in bagno; i biscotti caldi e il latte fanno bene; vivi una vita equilibrata: ogni giorno impara un po', pensa un po', disegna, dipingi, canta, danza, gioca e lavora un po'; fai un pisolino tutti i pomeriggi.

Quando esci nel traffico, stai ben attento, tieni la mano di qualcuno e state vicini.

Cerca di essere conscio del meraviglioso."

Per dirla con le parole di Kant:

L'etica non è esattamente la dottrina che ci insegna come essere felici, ma quella che ci insegna come possiamo fare per renderci degni della felicità.

 

Suggerisci ai tuoi amici!

Calendario Eventi

Ultimo Mese Settembre 2018 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
week 35 1 2
week 36 3 4 5 6 7 8 9
week 37 10 11 12 13 14 15 16
week 38 17 18 19 20 21 22 23
week 39 24 25 26 27 28 29 30

Iscriviti alla newsletter

* campo obbligatorio
TI TROVI QUI: Home

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la cookies policy