Studio Dalla Dea

La produttività aumenta investendo nell’ intelligenza emotiva dei Collaboratori

E-mail Stampa PDF
L’intelligenza emotiva rappresenta un nuovo approccio ai fattori che predicono il successo nel lavoro.

Sicuramente persone con forti capacità. tecniche e che possiedono grande intelligenza analitica hanno performance migliori di coloro che non dispongono di tali abilità.

Bisogna considerare, però, che spesso sul lavoro anche le persone con queste caratteristiche falliscono.

Questi insuccessi possono essere attribuiti a problemi con i colleghi o con i clienti, a difficoltà comunicative con i superiori oppure a scarsa intelligenza pratica.

Gli studi più recenti ci insegnano che l’intelligenza emotiva potrebbe aiutarci a comprendere meglio cosa concorre a determinare la riuscita o meno negli affari e nella vita in generale.

L'intelligenza emotiva può essere vista come la capacità di percepire, comprendere e regolare i propri stati d'animo e le proprie emozioni. Nella letteratura scientifica si trovano vari modelli di intelligenza emotiva, ma tutti trattano di abilità psicologiche e caratteristiche che non sono misurate dal tradizionale test di intelligenza (QI).

Va chiarito che l'intelligenza emotiva non è la capacità di sopprimere le emozioni negative e di incoraggiare quelle positive.

Il modello di intelligenza emotiva si rifà a quattro differenti set di abilìtà:

- identificare le emozioni:

consiste nella capacità. di identificare le proprie emozioni e di rilevare quelle delle altre persone attraverso le espressioni del viso, la voce o le situazioni.

- utilizzare le emozioni:

è la capacità di farne buon uso per facilitare le varie attività conoscitive, come pensare e risolvere i problemi.

- comprendere le emozioni:

è la capacità di decifrare il linguaggio emotivo e di riconoscere i complicati rapporti che intercorrono tra le emozioni.

- gestire le emozioni:

consiste nella capacità di regolare le proprie emozioni e quelle degli altri.

La persona emotivamente intelligente può, quindi, utilizzare le proprie emozioni per raggiungere gli obiettivi prestabiliti.

Nella mia esperienza, ho verificato che individui che possiedono importanti abilità emotive raggiungono migliori livelli di performance sul lavoro.

Le emozioni sono state spesso oggetto di critica e ritenute segnali di debolezza.

Esse invece non sono affatto superflue, anzi, sono assolutamente necessarie per la nostra sopravvivenza.

Lavorare sull’intellgenza emotiva ci aiuta a liberare il nostro potenziale e, in ambito lavorativo, può aiutare a riportare "la persona" al centro dell’agire organizzativo.

 

Suggerisci ai tuoi amici!

Calendario Eventi

Ultimo Mese Giugno 2018 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
week 22 1 2 3
week 23 4 5 6 7 8 9 10
week 24 11 12 13 14 15 16 17
week 25 18 19 20 21 22 23 24
week 26 25 26 27 28 29 30

Iscriviti alla newsletter

* campo obbligatorio
TI TROVI QUI: Home

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la cookies policy