Studio Dalla Dea

Un inchino ad ogni domanda

E-mail Stampa PDF
M
i ha colpito questa storia di Jostein Gaardner, che voglio raccontare anche a Voi:

"Puoi mangiare una mela" dissi porgendogli il frutto.


 Sembrava che non ne avesse mai viste in vita sua: per un po’ rimase incantato ad annusarla, poi si fece coraggio e le diede un morsettino.


 "Gnam, gnam" disse con la bocca piena.
"È buona?" domandai.


 Lui fece un profondo inchino.


Volevo sapere che gusto avesse una mela quando la si assaggiava per la prima volta, e insistei:
 "Ti è piaciuta?"


Mika si inchinò a ripetizione. "Perché fai l’inchino?" domandai.

Si inchinò di nuovo. Sbigottito da quel profluvio di cortesia, gli chiesi ancora una volta: 
"Perché fai l’inchino?"


Ora fu lui a rimanere sbalordito. Credo non sapesse se doveva fare un altro inchino oppure limitarsi a rispondere.


 "Nel posto da cui vengo ci inchiniamo sempre quando qualcuno fa una domanda acuta" spiegò. "E più profonda è la domanda, più profondo è l’inchino".


 Non avevo mai sentito una cosa tanto strana: non riuscivo a capacitarmi che una domanda potesse meritare un inchino.


 "E allora quando dovete salutarvi cosa fate?"

"Cerchiamo di escogitare qualcosa di intelligente da domandare" rispose.


"E perché?" 
Fece un rapido inchino dato che gli avevo rivolto un’altra domanda, poi spiegò:
"Cerchiamo di pensare qualcosa di intelligente da domandare in modo da far inchinare l’altro".


Fui talmente colpito da quella risposta che, quasi senza volerlo, mi inchinai profondamente.

Quando alzai lo sguardo, Mika mi chiese, quasi offeso: "Perché hai fatto l’inchino?".

"Perché hai risposto in modo molto intelligente alla mia domanda" spiegai.


 Allora Mika con voce limpida e chiara scandì alcune parole che non ho mai più dimenticato:
 "Una risposta non merita mai un inchino: per quanto intelligente e giusta ci possa sembrare, non dobbiamo mai inchinarci a una risposta".


Annuii con un cenno della testa, pentendomi immediatamente perché Mika poteva pensare che mi ero inchinato alla sua risposta.


"Chi si inchina si piega" continuò Mika. "Non devi mai piegarti davanti a una risposta".


"E perché no?"

"Una risposta è il tratto di strada che ti sei lasciato alle spalle. Solo una domanda può puntare oltre".

Cercherò di ricordarmi sempre di cercare qualcosa di intelligente da domandare, piuttosto che qualche risposta intelligente da formulare.


 Per puntare oltre il tratto di strada che mi sono lasciato alle spalle.

Sono stato sufficientemente chiaro? Ci sono le condizioni per proseguire?

:)

 

Suggerisci ai tuoi amici!

Calendario Eventi

Ultimo Mese Settembre 2018 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
week 35 1 2
week 36 3 4 5 6 7 8 9
week 37 10 11 12 13 14 15 16
week 38 17 18 19 20 21 22 23
week 39 24 25 26 27 28 29 30

Iscriviti alla newsletter

* campo obbligatorio
TI TROVI QUI: Home

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la cookies policy