Studio Dalla Dea

Coach aziendale: La fortuna e la sfortuna

E-mail Stampa PDF
In una email, un mio vecchio (di data) allievo mi scrive: "Molti di quelli che vengono considerati numeri uno dalla nostra società, persone o aziende che ottengono grandi risultati, sono semplicemente incappati in una folata di vento fortunato che li ha sospinti fino in cima alla piramide!” Questo amico ignora l'intera nozione di come la casualità entra in gioco nel portare le persone o le aziende al successo. Molti dei libri che parlano del successo desiderano trasmetterci il concetto di avere maggior controllo sul nostro destino. Secondo la mia opinione, fortuna e casualità giocano un ruolo importante nella nostra vita. Certamente nella vita la fortuna entra in gioco. Credo che nessuno potrebbe dire altrimenti. La scelta che occorre fare, credo sia questa: o si pensa che la fortuna sia un aspetto preponderante per ottenere il successo, nel qual caso, perché preoccuparsene e sforzarsi? O si pensa invece che la fortuna sia solo un aspetto marginale e solo possibile, nel qual caso può essere eliminato dal nostro pensiero e ci possiamo concentrare su tutti quegli aspetti che si possono controllare. Non credo si tratti solo di fortuna se si ottiene l’accesso ad una prestigiosa Università o una nomina presso la Corte Costituzionale. Non credo che qualcuno possa acquistare, solo grazie alla fortuna, un’auto importante (la migliore della sua classe e di grande valore) anziché una modesta utilitaria. Per quanto mi riguarda, analizzando a posteriori la mia vita, posso dire di essere stato sorprendentemente fortunato in molte occasioni della mia carriera. Soprattutto perché singole occasioni si sono trasformate in grandi opportunità di sviluppo. Allo stesso modo, penso di poter dire che la maggior parte degli insuccessi che ho accumulato sono certamente da ascriversi a mie manchevolezze e che molti dei successi di cui ho goduto sono stati davvero effetto (anche) della fortuna. Non riesco però ad immaginare come sarebbe deprimente vedermi assolutamente impotente, una sorta di pallina in un flipper, alla mercè di forze sulle quali non ho alcuna influenza. Il fatto è che il non attribuire tutto ciò che ci accade alla fortuna comporta la constatazione dolorosa che noi non siamo responsabili solo per le nostre vittorie, ma anche per le nostre sconfitte. Questa consapevolezza implica il darsi un gran da fare ogni giorno, per costruire la propria fortuna. Attendere che il volubile sguardo del destino si volga sorridente proprio verso di noi è una strategia piuttosto sciocca. Che peccato che così tante persone sprechino così tanti anni delle loro vite in questo modo. Penso piuttosto sia più utile domandarci: “in che modo posso aumentare la probabilità di ottenere ciò che desidero?”
 

Suggerisci ai tuoi amici!

Calendario Eventi

Ultimo Mese Giugno 2018 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
week 22 1 2 3
week 23 4 5 6 7 8 9 10
week 24 11 12 13 14 15 16 17
week 25 18 19 20 21 22 23 24
week 26 25 26 27 28 29 30

Iscriviti alla newsletter

* campo obbligatorio
TI TROVI QUI: Home

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la cookies policy