Studio Dalla Dea

Benvenuto

 

Corsi per Aziende e Professionisti

 

Corsi per Centri Benessere

Studio Dalla Dea - Business Coaching and Training

Costruire l’ambiente che agevola il Successo della Squadra

I Collaboratori hanno bisogno di un ambiente che possa aiutarli e sostenerli nel raggiungimento dei loro obiettivi.

I buoni leader creano impostazioni organizzative che portano ad alte prestazioni.

Vediamo come:

Leggi tutto...

   

Le piste difficili formano sciatori migliori

Le abbondanti nevicate dei giorni scorsi sulle Alpi e l'avvicinarsi dell'inizio della stagione sciistica, mi ha riportato in mente un bellissimo capitolo del libro di Robin Sharma "Il leader che non aveva titoli", che paragona la situazione attuale ad una difficile discesa con gli sci. Stiamo vivendo un momento molto critico nel business, senza più le certezze ed i riferimenti del passato. Le previsioni non servono più e forse - finalmente (speriamo) - le aziende si sono convinte a NON fare i budget prendendo il preconsuntivo dell'anno precedente e applicando percentuali in più o in meno. La navigazione è diventata a vista. Leggi tutto...
   

L’orientamento al cliente come fattore prioritario di crescita

Le aziende europee indicano l’orientamento al cliente come fattore prioritario di crescita economica.

Otto manager europei su dieci (fonte: adnkronos), considerano la customer orientation come il fattore più importante di crescita economica aziendale in questi anni di crisi.

Leggi tutto...

   

Il fattore F

Lo chiamano Fattore F (come felicità) e, secondo una serie di articoli pubblicati dalla "Harvard business review", è un ottimo generatore di performance professionali. Com'è noto, alcune indagini sostengono che i dipendenti "felici" abbiano una produttività del 31% superiore alla media. Non solo: vendono il 37% in più e possiedono una creatività tripla di chi invece si dichiara insoddisfatto. Leggi tutto...
   

Come motivare i Collaboratori in tempi di crisi

Nelle Organizzazioni in crisi il tentativo di modificare il comportamento dei Singoli basato esclusivamente sul dare loro informazioni sullo stato oggettivamente pericoloso, non funziona.

Persino molti medici cercano, senza riuscirci, di ottenere dai loro pazienti un nuovo stile di vita (per esempio dopo un infarto cardiaco), semplicemente spiegando loro le conseguenze e le probabilità di decesso nel continuare lo stile di vita pregresso.

Il paziente non motivato muore di malattie evitabili, legate a scelte di comportamento sbagliate.

Leggi tutto...

   

La battaglia dei lupi

Una sera un anziano capo Cherokee raccontò al nipote la battaglia che avviene dentro di noi.

Gli disse: "Figlio mio la battaglia è fra due lupi che vivono dentro di noi.

Uno è infelicità, paura, preoccupazione, gelosia, dispiacere, autocommiserazione, rancore, senso di inferiorità.

L'altro è felicità, amore, speranza, serenità, gentilezza, generosità, verità, compassione."... ...

Il piccolo ci pensò su un minuto poi chiese: "Quale lupo vince?"

L'anziano Cherokee rispose semplicemente:

"Quello a cui dai da mangiare".

   

La paura fa 90

Ti sei mai chiesto chi c’è dietro quella vocina che nella testa dice: “Mio dio che periodo difficile! Sei maledettamente solo ad affrontare questa crisi: ma cosa pensi di fare?. Nessuno da solo può farcela a vincere la sfida, allora perché continui a resistere? “ Il suo nome è: PAURA!

La paura gioca un ruolo da antagonista nella tua vita. Devi liberarti di lei, utilizzando ogni possibile strategia.

Siamo sempre impressionati da coloro che sembrano non avere paura. Persone che fanno gli astronauti lanciando le loro vite nel cosmo, persone che fanno gli inviati in pericolose zone di guerra, persone che di professione fanno gli acrobati, volteggiando al circo sul trapezio. Ma anche, più semplicemente, persone “normali” che affrontano una perdita improvvisa, che combattono un tumore, che affrontano tutte le difficoltà dell’adottare un figlio che non è carne della loro carne.

Perché siamo ispirati da tutti questi esempi?

Perché in fondo, noi siamo loro. Leggi tutto...

   

L'idea coraggiosa di un cucchiaio

Lo stile sta tutto in un cucchiaio. E non è lo slogan di una qualche azienda produttrice di articoli per la casa e il cucchiaio non è quello per la minestra, ma il noto tocco “delicato” al pallone che si usa per ottenere quella traiettoria a parabola lenta e inesorabile. Premetto: non sono un gran tifoso di calcio e, soprattutto, non lo seguo con costanza da molti anni. Per dare un’idea, i rigori di Italia – Inghilterra (Europei 2012) li ho visti la mattina del giorno successivo a quello della partita. In quell’occasione (ho poi scoperto che ce ne sono state almeno altre sette) un giocatore della nazionale (Andrea Pirlo) decide di tirare un rigore decisivo (quello che, se sbagliato, avrebbe condannato la squadra alla sconfitta) con questa “insolita” tecnica. Secondo me un gesto dal quale si può imparare qualcosa. In quel rigore tirato a quel modo c’è tutto ciò che serve per fare una scelta, per cambiare, per prendersi la responsabilità di ciò che accadrà successivamente. Leggi tutto...
   

Pagina 15 di 17

Suggerisci ai tuoi amici!

Calendario Eventi

Ultimo Mese Novembre 2018 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
week 44 1 2 3 4
week 45 5 6 7 8 9 10 11
week 46 12 13 14 15 16 17 18
week 47 19 20 21 22 23 24 25
week 48 26 27 28 29 30

Iscriviti alla newsletter

* campo obbligatorio
TI TROVI QUI: Home

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la cookies policy