Studio Dalla Dea

Benvenuto

 

Corsi per Aziende e Professionisti

 

Corsi per Centri Benessere

Studio Dalla Dea - Business Coaching and Training

Combattere le resistenze della mediocrità

Alcuni Gruppi si bloccano.

Accettano lo status quo e reprimono ogni iniziativa dei membri che osano mettere in discussione l'ordine precostituito.

Le aziende in difficoltà in genere sono Gruppi che si sono arenati; non sono granchè interessanti, non creano valore e sono piuttosto noiosi.

Ma tutte rappresentano un movimento che aspetta di prendere vita, un gruppo di persone che attendono di essere motivate e trasformate.

Un movimento è entusiasmante: è il frutto del lavoro di molti individui, tutti in comunicazione gli uni con gli altri, tutti alla ricerca di una proposta migliore.

Ora più che mai la comunicazione intra e inter-aziendale e i nuovi strumenti della Rete, facilitano la creazione di un movimento, la realizzazione di un'iniziativa, il compimento di un progetto.

Circola però la leggenda secondo la quale è sufficiente presentare il proprio progetto e dimostrarne la validità per convincere, quasi per magia, gli altri a prendere posizione e a sostenerlo.

In realtà è vero il contrario.

Leggi tutto...

   

Il potere della motivazione

“La motivazione è come cibo per il cervello.

Non puoi averne abbastanza in una volta sola, poiché il cervello stesso ha bisogno di rifornimenti continui e regolari”. (Peter Davies)

Esistono tante ragioni per cui le persone desiderano essere più motivate: spinta interiore, curiosità, senso di insoddisfazione e così via.

Le motivazioni interiori sono le più forti e, nel lungo termine, sono le uniche a superare la prova del tempo.

Questa motivazione interiore deve essere rinnovata e “ricaricata” con qualcosa in grado di darle nuova linfa.

La mente della maggior parte delle persone è condizionata dalle circostanze esterne in continuo cambiamento e da problemi, preoccupazioni, relazioni, interazioni, ecc.

Esistono quattro importanti accorgimenti che possono aiutare a mantenere alta la propria motivazione:

Leggi tutto...

   

L’unica cosa che paga è l’impagabile

Nelle organizzazioni di successo ogni collaboratore pensa e si comporta come fosse lui/lei stessa un’azienda autonoma, seppure coordinata.

Se scopo ultimo di un’azienda è la creazione del valore, per il quale il Cliente è disponibile a pagare un corrispettivo, ogni membro del Team vincente si impegna costantemente a creare un plus-valore, attraverso le sue prestazioni.

Il concetto è semplice: fare le cose un po’ meglio di quanto si sia fatto ieri.

Un po’ più di accuratezza, di prontezza, di flessibilità, di pazienza, di sorriso, di attenzione … insomma … un po’ di più!

Ciò implica lavorare bene, sentirsi parte di un Gruppo, avere chiara la missione scelta, sentirsi apprezzati.

E’ quindi sia una questione di strategia (sapere ciò che ciascuno deve fare) che di cultura aziendale (sapere perché lo si vuole fare).

La realtà, per certi versi sconvolgente, è che non esistono aziende di successo e aziende in crisi: esistono invece, all’interno di ogni azienda, persone che anelano al meglio e persone che si appiattiscono in una rassicurante “comfort zone” che, nella stragrande maggioranza dei casi, ha vita assai breve.

Le aziende perdenti muoiono, lentamente, nella comfort-zone dei loro collaboratori.

Leggi tutto...

   

ILsegreto e la frase magica

Molte volte nelle aziende mi sento chiedere: “Qual è il segreto per ottenere subito grandi risultati?”

Allo stesso modo spesso i consulenti/venditori mi chiedono: “Mi può dire professore la frase magica con la quale chiudere tutti i contratti?”

Tanti sono alla continua ricerca della ricetta magica, di una scorciatoia per ottenere i risultati che tardano ad arrivare.

Una formula svelata sottovoce, con annesso giuramento di non diffonderla ad altri.

La pagherebbero a peso d’oro.

Leggi tutto...

   

A testa bassa e via andare

In questi giorni di ripresa post ferie, ogni tanto mi torna in mente Guglielmo, un imprenditore bresciano, che usava arringare così i propri dipendenti: “… Ragazzi, bisogna lavorare a testa bassa, e via andare”.

Intendeva affermare, probabilmente, che ogni risultato apprezzabile necessita di sacrificio personale, nessuna distrazione e dedizione assoluta al lavoro.

Del resto queste erano le monete che aveva speso per il suo personale successo.

Tutto vero, però…

Però era più vero quando la meta era conosciuta, quando la strada era segnata, quando le regole erano certe e l’ambiente circostante (il mercato, la concorrenza, il trend) chiaro e definito.

Leggi tutto...

   

Le 8 D della Leadership

La leadership è qualcosa che molti aspirano ad ottenere, ma pochi veramente raggiungono.

Potremmo definirla una sorta di strada lunga e tortuosa che richiede l’applicazione di qualità particolari.

Spesso, essere un leader richiede coraggio, sacrificio e “qualcosa in più” che altri non hanno.

Quali sono quindi le caratteristiche che un leader deve manifestare per essere considerato tale?

Per facilità di memorizzazione, potremmo chiamarle le 8 D della leadership.

1. Direzione

Il primo e più importante passo della leadership è dare una direzione precisa al proprio Team.

Un grande leader dovrebbe avere non solo una mappa di navigazione dell’esistente, ma anche una capacità di orientamento e di intuizione per arrivare a forgiare il futuro, oltrechè gestire il presente.

Spinti da un forte senso della missione e capaci comunicatori di una visione lungimirante, i leader di successo sono consapevoli dei passi che devono essere fatti, anche se le acque davanti a loro possono essere torbide.

Leggi tutto...

   

Superate le convinzioni limitanti

Ho una buona notizia da comunicarvi: le vostre convinzioni limitanti si basano su informazioni errate.

Non si basano sui fatti o sulla realtà: spesso sono illusioni della vostra mente.

Dato che non sono reali, potete sbarazzarvene sostituendole con convinzioni nuove e positive per ogni aspetto che vi interessi.

Le convinzioni limitanti si sviluppano velocemente e facilmente.

E’ possibile, per esempio, che quando avete provato per la prima volta a sciare o pattinare sia stato molto faticoso o addirittura terribilmente difficile, e siate giunti quindi alla conclusione che quello sport non facesse per voi.

Da quel momento ogni occasione è buona perché la profezia si auto-avveri e convalidi la vostra affermazione iniziale e, in breve tempo, eviterete di praticare qualsiasi sport che si riferisca a quell'ambito di attività.

Louise Hay, famosa scrittrice, dice che il problema centrale che affligge ogni persona è il sentimento di "non essere abbastanza brava".

Leggi tutto...

   

AMA TE STESSO E VENDERAI DI PIU'

La scoperta più importante nella psicologia del concetto di sè risiede nel ruolo centrale che svolge la stima di sé o autostima che dir si voglia.

La stima che avete di voi stessi è definita meglio nel concetto di: "quanto vi volete bene".

Quanto vi volete bene è il fattore critico e determinante della vostra personalità e di tutto quello che vi accade.

Il livello di gradimento che avete di voi stessi è la chiave determinante della vostra prestazione ed efficacia.

Esso determina come andate d'accordo con gli altri, come vi vestite e come vi alimentate, quanto vendete, quello che guadagnate e, in ultima analisi, la qualità della vostra intera vita.

Una persona che si vuole veramente bene ha un'alta stima di sè e dunque un concetto positivo di sè.

Quando vi stimate veramente in un particolare ruolo, ottenete la vostra migliore prestazione.

Più volete bene a voi stessi, più volete bene agli altri.

Leggi tutto...

   

Pagina 3 di 14

Suggerisci ai tuoi amici!

Calendario Eventi

Ultimo Mese Settembre 2017 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
week 35 1 2 3
week 36 4 5 6 7 8 9 10
week 37 11 12 13 14 15 16 17
week 38 18 19 20 21 22 23 24
week 39 25 26 27 28 29 30

Iscriviti alla newsletter

* campo obbligatorio
TI TROVI QUI: Home

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la cookies policy