Studio Dalla Dea

Benvenuto

 

Corsi per Aziende e Professionisti

 

Corsi per Centri Benessere

Studio Dalla Dea - Business Coaching and Training

alt

Quando la vendita è conclusa

È assolutamente sbagliato supporre che il rapporto tra un venditore ed un acquirente abbia termine una volta effettuata la vendita.

Sempre più, il rapporto si intensifica dopo la vendita e contribuisce a determinare la scelta che l’acquirente effettuerà la volta successiva.

Tali dinamiche si riscontrano soprattutto nell’ambito dei servizi dispensati attraverso una serie di contatti tra il venditore/consulente e l’acquirente: tra questi sicuramente i servizi di benessere, estetica o dimagrimento offerti nel nostro settore.

La vendita dunque si limita a coronare il corteggiamento, e in quel momento… inizia il matrimonio.

Il buon andamento del matrimonio dipende dall’abilità con cui il venditore/consulente gestisce il rapporto.

La qualità del matrimonio determina se vi sarà uno scambio continuo e probabilmente crescente, oppure se sorgeranno dei problemi e si arriverà al divorzio.

In alcuni casi divorziare è impossibile, come quando il cliente acquista in prima battuta un pacchetto di servizi che richiede molto tempo per essere utilizzato/consumato.

Se il matrimonio che resta in piedi è infelice, esso semplicemente danneggia la reputazione del venditore (e del Centro, naturalmente).

Leggi tutto...

   
alt

Il fondamentale controllo della Miopia

I manager più esperti sanno che le decisioni strategiche e le tattiche operative dipendono notevolmente dal contesto.

Nessuno lo ha capito meglio di Theodor Levitt (1925-2006)

Considerato uno dei fondatori del marketing moderno, ha cercato soprattutto di mettere il suo intuito al servizio dei professionisti.

Attraverso una serie di saggi profondamente ispirati, ha incitato i lettori a rimettere in discussione le loro convinzioni consolidate rispetto a svariati temi fondamentali, così da poter avere maggiore successo nella professione.

Levitt imbastì un’argomentazione convincente secondo cui le imprese avrebbero dovuto smetterla di autodefinirsi in base al prodotto o servizio che producevano, spostando il proprio orientamento verso i bisogni del cliente.

Pensare che il FOCUS della propria azienda sia il prodotto od il servizio erogato (nel nostro caso l’estetica o il dimagrimento) è semplicemente l’effetto di una pericolosa miopia, di cui sono più o meno inconsapevolmente ammalati molti Colleghi del nostro settore.

Ricordatevi: il Cliente non acquista il vostro servizio, né tanto meno il marchio che avete sopra la porta dei vostri Centri.

Egli acquista ciò che pensa di poter ottenere grazie ai vostri prodotti o servizi.

Il vero FOCUS dell’attività della vostra azienda (di tutte le aziende, in realtà) è quindi IL CLIENTE, non il prodotto/servizio che erogate né, men che meno, il Marchio che avete scelto di rappresentare.

Leggi tutto...

   
alt

La vendita e le sue leggi

Anche in quest'area, come in tutte le discipline, esistono delle leggi (regole) e dei principi che è bene conoscere se si vuole ottenere il successo.

La conoscenza di questi meccanismi e il conseguente utilizzo, sono come i ferri del mestiere: consentono di raggiungere il risultato facendo le cose giuste al momento giusto.

Permettono di procedere consapevolmente, e non così come capita, nel colloquio con il cliente, mettendo in condizione il venditore di capire che cosa sta facendo, perché lo sta facendo e così operare più efficacemente.

Le leggi di cui parlo sono queste:

Leggi tutto...

   
alt

Le 8 D del Vero Leader

La leadership è qualcosa che molti aspirano ad ottenere, ma pochi veramente raggiungono.

Potremmo definirla una sorta di strada lunga e tortuosa che richiede l’applicazione di qualità particolari.

Spesso, essere un leader richiede coraggio, sacrificio e “qualcosa in più” che altri non hanno.

Quali sono quindi le caratteristiche che un leader deve manifestare per essere considerato tale?

Per facilità di memorizzazione, potremmo chiamarle le 8 D della leadership.

1 Direzione

Il primo e più importante passo della leadership è dare una direzione precisa al suo Team.

Un grande leader dovrebbe avere non solo una mappa di navigazione dell’esistente, ma anche una capacità di orientamento e di intuizione per arrivare a forgiare il futuro, oltrechè gestire il presente.

Spinti da un forte senso della missione e capaci comunicatori di una visione lungimirante, i leader di successo sono consapevoli dei passi che devono essere fatti, anche se le acque davanti a loro possono essere torbide.

Leggi tutto...

   
alt

La saggezza di godersi la vita

GODERSI LA VITA

Voglio raccontarti una storia che ho appreso da Timothy Ferris, sul suo libro “4 ore alla settimana".

Racconta di un uomo d’affari statunitense che su ordine del medico si concede una vacanza in un piccolo villaggio costiero messicano.

Questi, dopo essere giunto in albergo, decide di farsi una passeggiata verso il molo, dove trova un pescatore che scarica dei tonni dalla sua piccola imbarcazione.

L’americano si complimentò con il messicano per la pesca e gli domandò quanto ci aveva messo per pescare tutti quei tonni.

Leggi tutto...

   
alt

Il Principio di Pollyanna

Il principio di Pollyanna prende il nome dalla protagonista dei romanzi di Eleanor H. Porter, una bambina capace di vedere solo il lato positivo delle cose.

Questo saldo ottimismo è fonte di ispirazione per quell’approccio positivo alla vita che sembra essere il segreto per vivere più felici e in armonia con gli altri.

Ma è davvero giusto indirizzare il nostro punto di vista personale verso la positività, come sostiene questo principio psicologico?

Probabilmente la maggior parte di voi starà “storcendo il naso” o mostrando già segnali di scetticismo.

A volte, come sappiamo, quegli “occhiali dalle lenti rosa” possono farci perdere di vista alcuni dettagli o alcune sfumature davvero importanti che danno realismo e oggettività al nostro punto di vista.

La psicologia positiva, capeggiata da Martin Seligman, sta vivendo al giorno d’oggi importanti rivisitazioni.

Alcuni enti, come l’Università di Buckingham (il primo istituto al mondo a educare e formare i propri allievi sulla base di questa filosofia) sta cambiando alcuni dei suoi concetti di base.

Uno di questi riguarda la definizione della felicità (che è anche la forza motrice del principio di Pollyanna).

“Il gioco consiste nel trovare qualcosa per cui essere sempre felici” (Pollyanna)

Possiamo in qualche modo affermare che la nuova psicologia positiva ha abbandonato la pretesa di insegnarci a essere più felici.

La famosa cultura della felicità e tutti quei libri e studi sull’autostima stanno cedendo il passo a una rivisitazione, a una nuova prospettiva; e questa nuova prospettiva ci dà gli strumenti per saper affrontare anche le difficoltà e gli eventi infelici.

Perché nella vita non è sempre possibile vedere il lato positivo ed essere ottimisti come faceva la vivace e risoluta Pollyanna.

Leggi tutto...

   
alt

Stai nel flusso

STAI NEL FLUSSO

"Go with the Flow" (Stai nell flusso) è diventato un motto affermato: è stato coniato dallo psicologo americano Mihali Csikszentmihalvi, uno dei fondatori della cosiddetta "psicologia positiva".

Ci sono molte celebrità che hanno fatto della filosofia in "the Flow" un loro mantra: Richard Branson, Steven Covey, Nelson Mandela, per fare qualche esempio.

La Teoria dice che le persone sono più felici quando sono nello stato di totale concentrazione e completamente assorbite dall'attività che stanno svolgendo.

Questo flusso genera la sensazione di essere "nella zona" o "nel solco".

Il modello di flusso ( The flow model) di Mihali Csikszentmihalvi rappresenta lo stato emotivo che ciascuno può provare mentre compie un'attività.

Ciò avviene sulla base dei rapporti di peso percentuale relativi da una parte al livello di sfida del compito e dall’altro al livello di abilità di ciascuno.

Leggi tutto...

   
alt

Ispirare, motivare e superare l’incertezza grazie alla “ragion d’essere

L’incertezza è una delle caratteristiche dominanti del nostro tempo.

La “grande crisi” iniziata nel 2008 ha cambiato profondamente le regole del gioco della competizione, in ogni settore.

Il compito dell’azienda non può quindi che modificarsi ed evolvere con i tempi: da entità unicamente impegnata a realizzare utili per la proprietà, deve diventare un sistema organizzato che crea connessioni - relazioni tra proprietà, management, lavoratori, clienti e territori, per comprendere e soddisfare le richieste di tutti gli attori in gioco.

In altre parole ogni azienda che voglia prosperare oggi, deve produrre non solo utili, ma anche dimostrare concretamente di poter contribuire al miglioramento della Società in cui opera.

L’obiettivo di un business, oggi, non può essere più solo l’ultima sorridente linea del conto economico, ma anche il perseguimento di un interesse più generale.

Chiamiamo questo: “la ragion d’essere” profonda di ogni singola impresa.

E’ la risposta che ci diamo alla domanda: cosa vogliamo fare?

O meglio: come vogliamo contribuire?

In che modo, con quali prodotti e/o servizi intendiamo migliorare la vita dei nostri collaboratori e dei nostri clienti?

Leggi tutto...

   

Pagina 3 di 21

Suggerisci ai tuoi amici!

Calendario Eventi

Ultimo Mese Settembre 2020 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
week 36 1 2 3 4 5 6
week 37 7 8 9 10 11 12 13
week 38 14 15 16 17 18 19 20
week 39 21 22 23 24 25 26 27
week 40 28 29 30

Iscriviti alla newsletter

* campo obbligatorio
TI TROVI QUI: Home

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la cookies policy