Studio Dalla Dea

Benvenuto

 

Corsi per Aziende e Professionisti

 

Corsi per Centri Benessere

Studio Dalla Dea - Business Coaching and Training

Le 8 D della Leadership

La leadership è qualcosa che molti aspirano ad ottenere, ma pochi veramente raggiungono.

Potremmo definirla una sorta di strada lunga e tortuosa che richiede l’applicazione di qualità particolari.

Spesso, essere un leader richiede coraggio, sacrificio e “qualcosa in più” che altri non hanno.

Quali sono quindi le caratteristiche che un leader deve manifestare per essere considerato tale?

Per facilità di memorizzazione, potremmo chiamarle le 8 D della leadership.

1. Direzione

Il primo e più importante passo della leadership è dare una direzione precisa al proprio Team.

Un grande leader dovrebbe avere non solo una mappa di navigazione dell’esistente, ma anche una capacità di orientamento e di intuizione per arrivare a forgiare il futuro, oltrechè gestire il presente.

Spinti da un forte senso della missione e capaci comunicatori di una visione lungimirante, i leader di successo sono consapevoli dei passi che devono essere fatti, anche se le acque davanti a loro possono essere torbide.

Leggi tutto...

   

Superate le convinzioni limitanti

Ho una buona notizia da comunicarvi: le vostre convinzioni limitanti si basano su informazioni errate.

Non si basano sui fatti o sulla realtà: spesso sono illusioni della vostra mente.

Dato che non sono reali, potete sbarazzarvene sostituendole con convinzioni nuove e positive per ogni aspetto che vi interessi.

Le convinzioni limitanti si sviluppano velocemente e facilmente.

E’ possibile, per esempio, che quando avete provato per la prima volta a sciare o pattinare sia stato molto faticoso o addirittura terribilmente difficile, e siate giunti quindi alla conclusione che quello sport non facesse per voi.

Da quel momento ogni occasione è buona perché la profezia si auto-avveri e convalidi la vostra affermazione iniziale e, in breve tempo, eviterete di praticare qualsiasi sport che si riferisca a quell'ambito di attività.

Louise Hay, famosa scrittrice, dice che il problema centrale che affligge ogni persona è il sentimento di "non essere abbastanza brava".

Leggi tutto...

   

AMA TE STESSO E VENDERAI DI PIU'

La scoperta più importante nella psicologia del concetto di sè risiede nel ruolo centrale che svolge la stima di sé o autostima che dir si voglia.

La stima che avete di voi stessi è definita meglio nel concetto di: "quanto vi volete bene".

Quanto vi volete bene è il fattore critico e determinante della vostra personalità e di tutto quello che vi accade.

Il livello di gradimento che avete di voi stessi è la chiave determinante della vostra prestazione ed efficacia.

Esso determina come andate d'accordo con gli altri, come vi vestite e come vi alimentate, quanto vendete, quello che guadagnate e, in ultima analisi, la qualità della vostra intera vita.

Una persona che si vuole veramente bene ha un'alta stima di sè e dunque un concetto positivo di sè.

Quando vi stimate veramente in un particolare ruolo, ottenete la vostra migliore prestazione.

Più volete bene a voi stessi, più volete bene agli altri.

Leggi tutto...

   

LIBERATE GLI INTRAPRENDITORI ALL'INTERNO DELL'AZIENDA

Migliaia di persone si fregiano con orgoglio del titolo di 'imprenditore', ma molti ignorano il significato del termine: intraprenditore.

Chi sono gli intraprenditori, quali caratteristiche possiedono, e che valore possono esprimere in un'organizzazione che li impiega?

La definizione più semplice di questa parola è un "lavoratore imprenditoriale": una persona che all'interno di un'organizzazione abbraccia il cambiamento, l'innovazione, la lungimiranza, e diventa pioniere di nuove idee per il bene dell'azienda nel suo complesso.

Gli intraprenditori sono individui appassionati, guidati da un profondo desiderio di cambiare le cose: sono disposti a sfidare lo status quo, cercano un livello maggiore di libertà operativa e nello stesso tempo il riconoscimento e l'incoraggiamento dei loro capi.

Richard Branson (il patron della Virgin) definisce l’intraprenditore come:. "Un dipendente che si assume la responsabilità di creare o migliorare prodotti, servizi e sistemi, che va oltre il semplice seguire le routine o i protocolli abituali dell'azienda"

Queste definizioni di per sé, non esplicitano del tutto il vero potenziale del dipendente imprenditoriale.

Dobbiamo cercare di andare oltre e delineare come possiamo interagire con queste persone all'interno del luogo di lavoro, e come comprendere le loro ambizioni e i loro processi di pensiero, in un'ottica win-win.

Nel mondo complesso di oggi, il management deve imparare a trattare con i dipendenti imprenditoriali in modo efficace e rapido.

Gestire con successo un gruppo, anche piccolo, di intraprenditori equivale infatti ad acquisire una migliore competitività, una maggiore produttività: insomma farà la differenza tra un'organizzazione fiorente od una morente.

Leggi tutto...

   

Una nuova idea straordinaria?

La maggior parte delle organizzazioni di successo non sono basate su molte straordinarie innovazioni.

Poche, tra esse, debbono il loro successo ad una singola grande idea del passato.

La torta Sacher ne è un esempio eclatante: il dolce da Lui inventato nel 1832 fu un’idea rivelatasi davvero vincente.

Sedicenne apprendista pasticciere, ebbe l’incarico dal Primo Ministro, Metternich, di preparare un dolce per un ospite speciale, dato che il pasticciere di corte era in quel momento malato.

Il bravo Franz aguzzò l'ingegno e realizzò uno dei dolci più famosi della storia.

Da allora, e sino ai nostri giorni, da quell’unica idea vincente molte generazioni Sacher hanno costituito ed incrementato la loro fortuna.

A parte rarità di questo tipo, il segreto del successo di un’azienda è fatto di altro: di focus costante, di visione a medio e lungo termine, di strategie e di persone.

Leggi tutto...

   

Lasciamo un buon ricordo

Le nostre parole continuano a germogliare frutti nelle menti di coloro che abbiamo incontrato, nella vita e nel lavoro.

Alcune di esse continueranno a vivere anche dopo di noi, nelle azioni che sono generate nelle persone che ci hanno ascoltato, che abbiamo ispirato.

Possono essere fiori o veleno, siamo noi a deciderlo.

Leggi tutto...

   

INVIDIA ed AMMIRAZIONE

"L'invidioso mi loda senza saperlo" scrive Kahlil Gibran.

In effetti si invidia solo ciò che si considera prezioso e si cerca di distruggere e screditare ciò che in realtà si ammira.

Nell'invidiare ciò che gli altri hanno, o ciò che sono, l'invidioso non si rende conto che nel suo invidiare gli altri ne sta inconsciamente riconoscendo il valore.

La felicità e il successo dell'altro lo disturbano, il benessere altrui lo irrita.

Desidererebbe appropriarsi di tutto questo valore, in quanto il riconoscimento e l'elogio sono come squisiti bonbon per il suo ego.

Dietro l'invidia si riconosce dunque la presenza di un'avidità eccessiva verso qualcuno che inconsciamente si ammira.

Leggi tutto...

   

Ragionare come un bambino

Ragionare in modo puerile è diverso rispetto a ragionare come un bambino

Ragionare come un bambino significa utilizzare il cervello come farebbe uno scienziato.

Ragionare in modo puerile porta a fare capricci.

Ragionare come un bambino significa vedere le opportunità con nuovi occhi.

Ragionare in modo puerile fa sì che spesso le promesse non vengano mantenute.

Ragionare come un bambino significa sentirsi forti, coraggiosi, e nello stesso tempo disposti ad essere momentaneamente sconfitti.

Ragionare in modo puerile crea sempre fastidio intorno a sè.

Ragionare come un bambino significa vivere la vita con cuore puro.

Ragionare in modo puerile porta solo alla solitudine.

Se vuoi avere successo, datti quindi il permesso di ragionare come un bambino.

   

Pagina 4 di 15

Suggerisci ai tuoi amici!

Calendario Eventi

Ultimo Mese Novembre 2017 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
week 44 1 2 3 4 5
week 45 6 7 8 9 10 11 12
week 46 13 14 15 16 17 18 19
week 47 20 21 22 23 24 25 26
week 48 27 28 29 30

Iscriviti alla newsletter

* campo obbligatorio
TI TROVI QUI: Home

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la cookies policy